Intervista a Michele Marzan, Chief Strategy Officer di MainAd

Grazie per questa intervista e per la partecipazione al #GMSummit20. Cosa vi aspettate da questa edizione e con che spirito vi apprestate a parteciparvi?
Per MainAd si tratta della prima partecipazione all’evento, ma abbiamo le idee chiare su quello che ne vogliamo ricavare: il nostro obiettivo è diventare il vostro partner riferimento per le campagne di programmatic advertising, dove tecnologia, media e creatività oltre che i dati permettono di raggiungere risultati concreti e misurabili. La nostra tecnologia proprietaria LOGICO è attualmente utilizzata da brand e agenzie media a livello globale, quello che ci aspettiamo è di poter diventare la soluzione per le campagne di brand e performance marketing anche tra PMI e agenzie indipendenti.

Quello del 2020, appena iniziato, è un traguardo importante. Il nuovo millennio ha già visto due fondamentali decenni, che ci hanno traghettato nell’era di Internet degli Oggetti, passando attraverso il web 2.0 e Internet Mobile. Quali sono i prossimi passaggi fondamentali per il marketing?
Il settore del programmatic advertising rappresenta lo stato dell’arte in quanto a innovazione tecnologica nel campo della pubblicità online; da questo punto di vista tutti i mezzi sono coinvolti in una trasformazione che ha al centro piattaforme capaci di relazionarsi con gli utenti in target. Questo significa anche che molte innovazioni, sia tecnologiche che di policy, sono all’ordine del giorno, rendendo la capacità di adattarsi al cambiamento una sfida cruciale per chi opera in questo spazio. A 25 anni dal primo banner mai andato online, la crescente automazione garantita da tecnologie come il machine learning ha portato a passi da gigante nella capacità di utilizzo di una quantità sempre superiore di dati. Proprio i dati degli utenti, o meglio i big data, e il modo di raccoglierli sono diventato un argomento di discussione sempre più importanti vista la crescente attenzione data dagli utenti alla propria privacy personale. La notizia che Google toglierà l’accesso ai browser cookie – come peraltro già fatto da Firefox e Safari – rappresenta uno dei passaggi fondamentali per il settore dell’advertising technology nel prossimo decennio perché può riscrivere le regole su cui si basa il rapporto tra utenti e brand. Un migliore rapporto tra privacy e la possibilità di vedere la pubblicità online come un aiuto a trovare i prodotti migliori anziche un’invasione della propria sfera personale non potrà che avere riflessi positivi in questo senso. Un’altra sfida fondamentale, questa volta per i brand, è quella legata alle cosiddette ad fraud, che vanno a disperdere budget anche consistenti senza portare nessun risultato. In altre parole, le tre questioni fondamentali che vedranno lo sviluppo di nuove tecnologie e framework a livello di policy saranno trasparenza, brand safety ed efficienza dell’investimento. Tutto sembra indicare che lavorando in questa direzione il risultato non possa che essere un maggiore ROAS (return on advertising spending) per i propri investimenti pubblicitari e utenti più contenti della loro esperienza online.

Nuove ricette per il marketing online: cosa bolle nel calderone della vostra azienda e in che modo le state proponendo ai vostri clienti?
Il 2020 rappresenta un anno fondamentale per MainAd, che forte di un’esperienza più che decennale nel campo del performance marketing si appresta ad aprire un nuovo capitolo della sua esistenza. Abbiamo in rampa di lancio due progetti di ricerca su base internazionale, la strutturazione di una nuova offerta per campagne di awareness e abbiamo appena aperto la nostra nuova filiale a New York. Inoltre, abbiamo in programma una sorpresa che cambierà il volto di MainAd, ma essendo una sorpresa non ne posso parlare ora.

Proporrete al #GMSummit20 qualche novità, oppure un prodotto o servizio che metterete in qualche modo in evidenza o di cui volete accennare in queste righe?
Presenteremo LOGICO, la tecnologia proprietaria leader nel campo delle campagne di performance marketing e retargeting. Non si tratta di uno strumento nuovo, ma le sue funzionalità sono in continuo aggiornamento, determinando un maggiore ROAS ad ogni nuovo aggiornamento.
LOGICO permette di raggiungere utenti in target, di aumentare la base utenti e il traffico al sito (prospecting) portando gli user alla conversione tramite il retargeting. I ranking di profilazione di LOGICO attribuiscono un valore a user e ad placement analizzando la navigazione degli utenti e le loro interazioni con i banner pubblicitari. La nostra DSP decide in tempo reale (<100 ms) su quale user e ad placement acquistare effettuare una bid, in accordo con gli obiettivi della strategia prescelta. L’acquisto non avviene su cluster o segmenti di utenti, ma tramite bid dirette su user e ad placement basati su un sistema di ranking degli utenti che gli algoritmi di Machine Learning di LOGICO rendono più efficaci. Integrato con le principali SSP nel mercato, LOGICO è tra i top 5 buyer di GoogleAdManager in EU e offre creatività dinamiche personalizzate in base alle esigenze del cliente

Grazie per averci concesso questa intervista, ci vediamo a febbraio a Pacengo di Lazise (VR).

Interviste

Michele Marzan di MainAd

21° Global Summit Marketing & Digital

17 e 18 febbraio 2021

ISCRIVITI

Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Il consenso può essere espresso anche cliccando sul tasto Accetto. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi