Interviste

Intervista a Michele Fadigati, Digital Strategist di WIP Italia

Grazie per questa intervista e per la partecipazione al #GMSummit20. Siete già venuti in passato ad altre edizioni del Global Summit?
Siamo alla nostra quinta presenza. È una occasione privilegiata per incontrare nuove aziende e confrontarsi sul futuro del marketing e della comunicazione alla luce della “rivoluzione digitale”.

Cosa presenterete alle aziende che vi incontreranno a Lazise?
Da 16 anni ci occupiamo di ideazione creativa e strategica, UX/UI design e sviluppo di “strumenti” per la comunicazione e vendita online. A Lazise presenteremo i nostri progetti ma soprattutto racconteremo il metodo con cui accompagniamo i nostri Clienti nel realizzare la loro “presenza” (online e offline). Entriamo in azienda, ci mettiamo al loro fianco e li aiutiamo a instaurare una “relazione” efficace, duratura e vera con i singoli consumatori, il personale interno, agenti e fornitori… Il cambio di passo che la Rete ha introdotto nella comunicazione è proprio il passaggio da “catturo l’attenzione” a “curo un rapporto”.

Il concetto di “relazione” implica un cambiamento nella modalità con cui le aziende si rapportano ai propri clienti, imparando ad ascoltarli e offrendo loro soluzioni sempre più personalizzate. Come supportate questo cambio?
Sono tante le attività svolte ma tutte riconducibili a tre temi principali:

  • SUPPORTIAMO BRAND E MESSAGGIO, perché una vera relazione si genera solo se si è consapevoli della propria identità. Per noi significa “incontrare” i nostri Clienti, aiutarli a conoscersi e raccontarsi, valorizzarne le caratteristiche distintive. E con la nostra consulenza strategica e ideazione creativa creare messaD) ggi veri e concreti che “arrivino a destinazione”.
  • DEFINIAMO LA STRATEGIA E I MEZZI, in azienda gli obbiettivi sono molteplici e derivano dalle necessità dei diversi reparti, in un proliferare di soluzioni che rispondono solo a esigenze verticali, spesso non collimano tra loro o sono addirittura in conflitto. Quindi risaliamo all’origine delle necessità e individuiamo obiettivi generali che lavorino di concerto. Poi stendiamo una strategia generale realizzabile ed efficace e piani tattici per la messa in opera.
  • REALIZZIAMO LE SOLUZIONI E LE REITERIAMO perché gli obiettivi si traducano in risultati individuiamo gli strumenti più idonei e li sviluppiamo perché siano commisurati con le esigenze. Un e-commerce, una attività di storytelling, uno spot televisivo o una campagna social devono risultare “utili” e “belli”, realizzati all’interno di tempi certi e budget disponibili. E devono potersi evolvere continuamente, alla luce di nuove necessità e della risposta degli utenti.

Sembrerebbe definitivamente caduta la separazione tra online e offline nel marketing come nella comunicazione. WIP Italia come si muove nei canali “tradizionali”?
Dal 2003, siamo appassionati “sostenitori” del digitale con oltre 500 progetti di siti, ecommerce B2C e B2B, digital adv e social, lead generation e concorsi… da parecchi anni, per gli esiti positivi di questi progetti, i nostri Clienti ci attivano a 360° gradi. Adottiamo quindi il medesimo approccio anche offline: grande attenzione ai destinatari (come persone e non meri consumatori), continua osservazione di dati e numeri, creatività progettuale che sfrutta tutti i touchpooint, in coerenza e continuità con tutte le attività di comunicazione.

Grazie per averci concesso questa intervista, ci vediamo a febbraio a Pacengo di Lazise (VR).

Michele Fadigati di WIP Italia
22° Global Summit Marketing & Digital
13 | 14 APRILE 2022
ACCEDI QUI se sei registrato o ISCRIVITI