Interviste

Intervista a Luciano Venezia, Business Developer di Onit Smart

Grazie per questa intervista e per la partecipazione al #GMSummit23.
Probabilmente nei prossimi anni ricorderemo la Pandemia Covid come uno spartiacque. Negli anni che l’hanno preceduta si parlava di “mobile first”, oggi con uno smartphone possiamo davvero fare di tutto (e lo facciamo): le aziende ne sono consapevoli? Cosa si dovrebbe ancora migliorare o fare?

L’utilizzo delle tecnologie mobile all’interno delle aziende non ha raggiunto il suo pieno potenziale. La maggior parte dei processi interni non sono ancora digitalizzati e anche la comunicazione verso i clienti viene quasi sempre affidata a mezzi tradizionali (e-mail, telefono…) o ai social. Così facendo si perde l’occasione di portare il cliente in un ambiente controllato e studiato appositamente per ottimizzare l’interazione tra l’azienda e il cliente stesso. Che sia B2C o B2B, ogni azienda dovrebbe analizzare la customer journey per capire se e in quale modalità l’utilizzo di un’app può fare la differenza per migliorare la fidelizzazione del cliente e facilitare operazioni di cross-selling e up-selling. Una app non è una versione mobile del sito web ma necessita di studio, obiettivi ben definiti e di strategie dedicate, per creare uno strumento utile per il cliente ed efficace per l’azienda.

IOT e dispositivi intelligenti: prima della Pandemia si parlava spesso del boom della casa intelligente e dei relativi dispositivi, con grandi aspettative per l’impatto che questa rivoluzione avrebbe avuto anche sulle aziende e sul marketing: state proponendo qualcosa ai vostri clienti in questa direzione?
Uno dei settori in cui Onit Smart ha maturato maggiore esperienza è quello dell’IoT, con progetti di building automation, indoor positioning e controllo di dispositivi via Bluetooth. Far interagire gli utenti con dispositivi interconnessi rappresenta un’opportunità incredibile, soprattutto per le aziende che si interfacciano fisicamente con i propri clienti. Per questo accompagniamo le aziende in progetti su misura che prevedano la realizzazione di un’infrastruttura IoT in grado di migliorare esponenzialmente l’esperienza di acquisto e di accompagnare i clienti anche una volta usciti dal punto vendita.

Qui e ora: cosa serve oggi alle aziende per cavalcare l’onda del cambiamento e rimanere aggiornate e competitive? Come potete aiutarle in questo?
Per un’azienda è complesso avere piena comprensione delle potenzialità delle nuove tecnologie. Nella maggior parte dei casi vengono utilizzate in maniera errata oppure ignorate per paura che possano alterare modalità di lavoro già consolidate. E se è vero che non tutti i cambiamenti debbano necessariamente essere adottati, è altrettanto vero che per mantenere il vantaggio competitivo l’innovazione diventa uno strumento fondamentale per offrire un valore sempre maggiore ai propri clienti e rafforzare nella loro mente un posizionamento di leadership anche come azienda che guarda al futuro. A questo scopo è fondamentale avere all’interno dell’azienda una figura come un Innovation Manager, oppure affidarsi ad aziende come Onit Smart che fanno dell’innovazione tecnologica la loro mission.

Perché un visitatore del Global Summit Marketing & Digital dovrebbe sedersi al vostro tavolo? Cosa vi differenzia dalle altre aziende del settore?
Onit Smart è una mobile company che nasce da un’esperienza decennale nel mondo delle startup. Sappiamo quindi come utilizzare le nuove tecnologie per metterle a disposizione delle aziende, diventando un partner in grado di seguire un progetto innovativo ad alto valore tecnologico dalla fase di ricerca e analisi fino a quella di implementazione e supporto. Non siamo dunque semplici esecutori ma aiutiamo i nostri clienti a non commettere errori strategici che possano compromettere l’intero investimento.

Luciano Venezia di Onit Smart
24° Global Summit Marketing e Digital
21 | 22 FEBBRAIO 2024
ACCEDI QUI se sei registrato o ISCRIVITI