Interviste

Intervista a Carlo Bazzolo, Strategy Manager di 3.2 Comunicazione s.r.l.

Buongiorno e grazie per questa intervista e per la partecipazione al #GMSummit21.
Il 2020 sarà ricordato nella storia come l’anno della grande Pandemia Covid, che fermò letteralmente il mondo, rischiando di metterlo in ginocchio. Ora iniziamo a vedere la luce in fondo al tunnel, ma le cicatrici di questo dramma sono profonde e stanno segnando persone e aziende, ridefinendo comunicazione e marketing. Come vivete questa pagina storica?
Come un momento di svolta, un “punto zero” per ripensarci, riorganizzarci e dal quale ripartire con ancora più determinazione e voglia di riscatto. Distanziamento sociale, telelavoro e incertezze hanno già modificato i comportamenti quotidiani di acquisto della gran parte delle persone. La nostra sfida sarà cogliere l’interesse di quegli imprenditori che sentiranno il bisogno di investire in comunicazione e avranno il coraggio di lanciarsi in proposte e progetti più innovativi e azzardati. Il nostro compito sarà accompagnarli nella loro evoluzione verso il mondo del web – e del social media managing – 3.0. E siamo sicuri che il GMSummit sia il giusto raccoglitore di queste due anime, quella dei lead e quella dei marketer.

Il 2021 appena iniziato allontana l’umanità dagli Anni ‘10 del XXI secolo e la proietta con forza verso traguardi ambiziosi, in cui la tecnologia avrà un ruolo sempre più fondamentale. Anche nel settore del marketing questo trend è sempre più chiaro ed evidente, ma cosa è ancora futuro e cosa già realtà?
Per quel che abbiamo potuto esperire nei primi 6 mesi del 2021, il nostro presente è segnato da una forte richiesta di innovazione e targettizzazione da parte dei clienti che vogliono riposizionarsi sui loro mercati, valorizzando gli asset in modo da essere più vicini alle richieste dei loro prospect e lead. Il prossimo futuro invece sarà segnato dall’attuazione di strategie mirate alla creazione di campagne di marketing e comunicazione per generare nuovi lead e valorizzare l’imprenditorialità di chi vorrà distinguersi sul mercato tamite una narrazione meno “to business” e “to consumer” ma “to human”.

I Social Media sembrano essere arrivati a un bivio fondamentale. Nei prossimi anni si deciderà la sorte di questi strumenti, il cui successo è stato rapido e globale, ma che oggi sembrano segnare il passo. Secondo voi rappresentano ancora una grande opportunità per le aziende o c’è altro da esplorare, nei prossimi anni?
Dopo una crescita esponenziale maturata in brevissimo tempo, i social hanno raggiunto una loro maturità, distinguendosi sulla base di scopi specifici (basti pensare alla differenza tra Facebook e LinkedIn): laddove molte funzionalità si somigliano e si sovrappongono, gli scopi e gli usi sono diametralmente opposti. Siamo convinti che le opportunità più grandi siano sempre dettate dall’uso che si fa di dati strumenti e se per alcune attività rappresentano ancora – e tuttora – una grande opportunità, per altre sono diventati – o rischiano di diventare – obsoleti. Il nostro compito è riuscire a cogliere le diverse esigenze dei nostri clienti e proporre loro l’attivazione delle strategie migliori per raggiungere i loro obiettivi, senza imporre soluzioni a tappeto ma partendo da un’analisi dei bisogni, su cui costruire poi risposte cucite su misura.

Nuove ricette per il marketing online: cosa bolle nel calderone della vostra azienda e in che modo le state proponendo ai vostri clienti? Proporrete al #GMSummit21 qualche novità, oppure un prodotto o servizio che metterete in qualche modo in evidenza o di cui volete accennare in queste righe?
Il futuro non è più solo quello legato al know how offerto ai clienti, ma all’experience che l’agenzia è in grado di far vivere ai propri stakeholder (esterni ma anche interni) e potenziali lead. Tutto oggi è incentrato sulla qualità dell’esperienza che l’azienda è in grado di far vivere ai propri clienti: la nostra ricetta per il marketing di domani è aiutarla a creare momenti unici di contatto, dove far tastare con mano servizi e prodotti in modo inedito e creativo, abbandonando una narrazione ridondante e ad alto rischio autoreferenzialità, per mettere al centro non più soltanto la brand reputation o awareness, ma la sua social responsability, oltre che ovviamente la customer satisfaction.

Perché un visitatore del Global Summit Marketing & Digital dovrebbe sedersi al vostro tavolo? Cosa vi differenzia dalle altre aziende del settore?
Il nostro punto di forza è permettere alle aziende di generare nuovi lead decontestualizzando prodotto e offerta e al tempo stesso puntando a coinvolgere nuovi tipi di prospect. Questo riusciamo a farlo grazie alla nostra decennale esperienza in settori trasversali.

Grazie per averci concesso questa intervista, ci vediamo al Global Summit.

Carlo Bazzolo di 3.2 Comunicazione
22° Global Summit Marketing & Digital
13 | 14 APRILE 2022
ACCEDI QUI se sei registrato o ISCRIVITI