Intervista a Andrea Caminiti, Marketing Manager di DigitalMind

Grazie per questa intervista e per la partecipazione al #GMSummit20. Quello del 2020, appena iniziato, è un traguardo importante. Il nuovo millennio ha già visto due fondamentali decenni, che ci hanno traghettato nell’era di Internet degli Oggetti, passando attraverso il web 2.0 e Internet Mobile. Quali sono i prossimi passaggi fondamentali per il marketing?
La comunicazione continua ad evolvere a velocità doppia rispetto al resto dell’azienda, e il lavoro dei marketer in questo ambito è sempre più delicato: la relazione con i consumatori è oggi veramente bidirezionale, e chi non è in grado di gestire questa nuova realtà può andare in difficoltà in pochi anni, anche se dispone di un marchio e una struttura commerciale capillare come Blockbuster o Sky, che dopo l’acquisizione del 2018 da parte di Comcast ha dovuto cambiare radicalmente il proprio approccio ai media, sotto l’attacco da un lato delle tecnologie alternative e dall’altro di offerte innovative di contenuti a costo ridotto. Internet mobile e la casa connessa sono trend che abbiamo visto crescere costantemente in questi anni da un osservatorio privilegiato, con clienti storici come Iris Ceramica e Stosa Cucine da sempre attenti e recettivi in questi ambiti.

I Social Media sembrano essere arrivati a un bivio fondamentale. Nei prossimi anni si deciderà la sorte di questi strumenti, il cui successo è stato rapido e globale, ma che oggi sembrano segnare il passo. Secondo voi rappresentano ancora una grande opportunità per le aziende o c’è altro da esplorare, nei prossimi anni?
I Social rallentano la crescita perché sono ormai ONNIPRESENTI! Ogni utilizzatore di internet italiano si è iscritto in media a 7 social diversi e ne usa quotidianamente da 2 a 4, e per quasi due ore al giorno. Influencer come Marco Bianchi e Chiara Ferragni hanno cambiato i rispettivi settori di riferimento, se pensiamo che storiche case editrici come Condè Nast sono arrivate a creare una Academy dedicata alla formazione degli influencer è chiaro che quello di oggi è uno scenario in cui stampa e social sono sostanzialmente due facce della stessa medaglia. Come tutti i mercati che si avviano alla maturità, anche per i social inizia a vedersi chiaramente la segmentazione del mercato in base ai target, la piattaforma social “per tutti” non resterà tale a lungo.

Nuove ricette per il marketing online: cosa bolle nel calderone della vostra azienda e in che modo le state proponendo ai vostri clienti?
Il ritorno al video è un trend consolidato, e la recente offensiva di Tik Tok ne è l’emblema più evidente (e le risposte di Instagram, FB e Youtube non si sono fatte attendere). In questo contesto l’autenticità dei contenuti e la qualità della produzione vanno modulate con perizia, senza alcun pregiudizio di sorta o snobismo aprioristico che sono stati il peccato originale di alcune agenzie (e che sono una tentazione quotidiana per chi fa il nostro lavoro, contro cui è necessario battersi con forza). Noi da anni ci siamo strutturati in modo da poter produrre internamente (con i nostri fotografi e videomaker e la sala di posa di Venezia) ma anche per gestire grandi produzioni esterne con una segreteria di produzione dedicata.

Proporrete al #GMSummit20 qualche novità, oppure un prodotto o servizio che metterete in qualche modo in evidenza o di cui volete accennare in queste righe?
L’agenzia è sempre attenta alle novità, è il nostro lavoro. Stiamo testando l’efficacia dei nuovi social (Tik Tok in primis) e anche il mondo dell’e-commerce è in grande fermento (dall’entrata a regime di Magento2 alle soluzioni “plug&play” offerte dagli altri open source).
Ma l’agenzia non è più solo un portavoce dell’ultima novità: dopo essere stati tra i Leader della crescita dal 2014 al 2018 (IlSole24ore), oggi ci posizioniamo stabilmente tra le top agenzie indipendenti del Nord Italia.
Il vero servizio offerto oggi e riconosciuto dai nostri clienti storici è dunque la capacità di far parlare in modo integrato il brand, con una voce unica, su tutti i touchpoint rilevanti… e sono davvero tanti! Le diverse esperienze dei soci (che provengono uno dall’editoria, uno dal webmarketing e uno dal mondo dell’e-commerce e programmazione) e delle risorse inserite nel team in questi anni (tra cui un direttore creativo di esperienza internazionale) ci permettono di definirci “multispecialisti”, senza perdere di verticalità sulle diverse aree. Le professionalità amalgamate (contiamo ormai su 60 dipendenti tra le sedi di Venezia e Milano), la capacità di mettere allo stesso tavolo linguaggi considerati tradizionalmente agli antipodi e il mindset DigitalMind sono oggi il più grande valore dell’agenzia.

Grazie per averci concesso questa intervista, ci vediamo a febbraio a Pacengo di Lazise (VR).

Interviste

Andrea Caminiti di Digital Mind

21° Global Summit Marketing & Digital

17 e 18 febbraio 2021

ISCRIVITI

Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Il consenso può essere espresso anche cliccando sul tasto Accetto. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi